Le articolazioni delle dita fanno male. Cause, tipi di dolore. Sollievo per il dolore alle articolazioni delle dita

dolore alle articolazioni delle dita

Dolori articolarile dita sono un segno indispensabile di qualsiasi patologia articolare in cui i componenti strutturali di queste articolazioni sono danneggiati. Prima di tutto, il dolore nell'area di queste articolazioni può essere associato a varie malattie autoimmuni (lupus eritematoso sistemico, artrite reumatoide, artrite psoriasica, ecc.), in cui i fattori immunitari causano danni ai propri tessuti articolari.

Il prossimo motivo principale che può iniziaredolorenell'area delle articolazioni delle dita, potrebbero esserci lesioni (lividi, lussazioni, fratture ossee, danni ai legamenti). Il dolore in queste articolazioni può anche essere innescato da cambiamenti degenerativi nei loro tessuti articolari. Questo può essere spesso visto nell'osteoartrosi.

Anatomia delle articolazioni della mano

Tutte le articolazioni della mano sono generalmente divise nei seguenti gruppi:

  • articolazione del polso;
  • articolazioni del polso;
  • articolazioni carpometacarpali;
  • articolazioni intercarpali;
  • articolazioni metacarpo-falangee;
  • articolazioni interfalangee.

articolazione del polso

L'articolazione del polso è formata dalla connessione delle ossa del prossimale (superiore) riga del polso (ossa triedriche, semilunare, scafoide) e porzioni distali del radio e dell'ulna. L'ulna non è direttamente collegata alle ossa del polso, ma tramite il distale (parte inferiore) disco articolare. Questa struttura separa la cavità dell'articolazione del polso dalla cavità del distale (parte inferiore) dell'articolazione radioulnare.

Articolazioni del polso

Le articolazioni del polso sono rappresentate da tre tipi di articolazioni. Il primo tipo include quelle articolazioni che si trovano tra le ossa della tomaia (navicolare, semilunare, triangolare, a forma di pisello) o riga inferiore (a forma di uncino, capitato, trapezoidale, osseo-trapezoidale). Queste articolazioni sono chiamate articolazioni intercarpali. Il secondo tipo è la cosiddetta articolazione medio-carpale. Questa articolazione è a forma di S ed è formata collegando le ossa delle file superiore e inferiore del polso. Il terzo tipo è l'articolazione dell'osso pisiforme. Attraverso questa articolazione, l'osso triangolare è collegato all'osso pisiforme.

Articolazioni carpometacarpali

Le articolazioni carpometacarpali collegano il polso e le ossa metacarpali. Queste articolazioni sono formate dal contatto delle estremità prossimali (motivi) delle ossa metacarpali e delle sezioni distali delle ossa carpali appartenenti alla seconda fila. Le articolazioni carpometacarpali comprendono due articolazioni principali. Il primo è l'articolazione carpometacarpale del pollice. È formato dalla giunzione del primo osso metacarpale con l'osso trapezio.

La seconda articolazione è l'articolazione carpometacarpale comune per il resto delle articolazioni carpometacarpali tra il secondo, terzo, quarto, quinto osso metacarpale e le ossa trapezio, capitato, a forma di uncino e, in parte, la sede dell'osso trapezio. L'articolazione carpometacarpale del pollice è separata dall'articolazione carpometacarpale comune. A causa di ciò, in esso sono possibili movimenti più attivi, rispetto al resto delle articolazioni carpometacarpali (che fanno parte dell'articolazione carpometacarpale comune), che sono considerati inattivi. Le articolazioni carpometacarpali sono rinforzate con forti capsule articolari e legamenti (legamenti carpometacarpali dorsale e palmare).

Articolazioni intercarpali

Le superfici laterali del secondo, terzo, quarto e quinto osso metacarpale, quando sono in contatto tra loro, formano articolazioni intercarpali. Queste articolazioni hanno capsule articolari separate che si avvicinano alle capsule articolari carpometacarpali e si uniscono ad esse. Oltre alla capsula, queste articolazioni hanno un apparato legamentoso, rappresentato dai legamenti metacarpali interossei, nonché dai legamenti metacarpali dorsale e palmare. Le articolazioni intercarpali sono classificate come articolazioni sedentarie della mano, poiché le superfici articolari delle ossa che formano queste articolazioni sono piatte.

Articolazioni metacarpo-falangee

Le articolazioni metacarpo-falangee sono le articolazioni tra il distale (inferiore) estremità delle ossa metacarpali e prossimale (superiore) aree delle prime falangi delle dita. Ogni dito dell'arto superiore ha la propria articolazione metacarpo-falangea. Pertanto, ci sono cinque articolazioni metacarpo-falangee su ciascuna delle braccia.

Articolazioni interfalangee

Le articolazioni interfalangee si formano unendo falangi adiacenti di ciascuna delle dita. Grande (primo) il dito ha una sola articolazione interfalangea, poiché questo dito ha solo due falangi (prossimale e distale). Il resto delle dita di ciascuna mano ha due articolazioni interfalangee.

Il primo è localizzato tra il primo (prossimale) e il secondo (media) falangi delle dita ed è chiamato prossimale (superiore) articolazione interfalangea. Il secondo forma una connessione tra il mezzo (secondo) e l'ultimo (distale) falangi delle dita. Le seconde articolazioni interfalangee sono chiamate articolazioni interfalangee distali. Le articolazioni interfalangee sono rinforzate da legamenti collaterali e palmari. Queste articolazioni appartengono alle articolazioni a blocco, in cui i movimenti sono possibili solo attorno al piano frontale (estensione e flessione).

artrite del polso

Quali strutture possono infiammarsi nelle articolazioni delle mani?

L'infiammazione è un tipico processo patologico caratteristico di quei tessuti e organi che sono stati danneggiati per qualsiasi motivo. Vale la pena ricordare che, nella maggior parte dei casi, ogni malattia (per esempio, gotta, artrite reumatoide, ecc.) o una lesione che danneggi in un modo o nell'altro le articolazioni delle mani, colpisca non solo l'articolazione, ma anche quella periarticolare (nervi, muscoli, tendini, grasso sottocutaneo, pelle) struttura.

Le seguenti strutture articolari possono infiammarsi nelle articolazioni delle mani:

  • cartilagine articolare;
  • tessuto osseo subcondrale;
  • Capsula articolare;
  • legamenti articolari.

Cause di dolore alle articolazioni della mano e delle dita

La parte principale delle cause del dolore alle articolazioni della mano e delle dita è la lesione meccanica (fratture, lussazioni, contusioni, ecc.) e malattie autoimmuni sistemiche (artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, psoriasi, ecc.). Oltre a questi motivi, il dolore nell'area delle articolazioni delle mani può causare malattie associate a disturbi metabolici (ad esempio gotta, artrosi).

artrite come causa di dolore alle articolazioni delle dita

Ci sono le seguenti principali cause di dolore alle articolazioni della mano e delle dita:

  • mano e dita contuse;
  • frattura delle ossa della mano;
  • lussazione della mano;
  • danno ai legamenti della mano;
  • artrite reumatoide;
  • malattia di Kienbeck;
  • artrite reattiva;
  • gotta;
  • artrite psoriasica;
  • sinovite;
  • artrosi;
  • lupus eritematoso sistemico.

Mano e dita ammaccate

La contusione è uno dei tipi di lesioni chiuse, in cui si verifica un danno ai tessuti molli (muscoli, tendini, nervi, pelle) e non vi sono ferite nel luogo in cui è stata diretta l'azione principale del fattore traumatico. I lividi dei tessuti molli della mano e delle dita sono molto rari in isolamento (separatamente) da contusioni delle articolazioni della mano e delle dita. Pertanto, con questo tipo di lesione, si verificano sintomi misti, che indicano sia danni alle articolazioni della mano che danni al periarticolare (periarticolare) tessuti. I lividi della mano e delle dita di solito si verificano quando la mano cade, viene danneggiata da un oggetto contundente o quando viene schiacciata o pizzicata.

Abbastanza spesso, le contusioni della zona del polso portano a danni ai tronchi principali dei nervi mediano, radiale, ulnare (che innervano l'area della mano e delle dita), che si manifesta immediatamente con la perdita della sensibilità cutanea, e in alcuni casi anche la scomparsa delle funzioni motorie delle dita.

L'edema infiammatorio delle strutture articolari e periarticolari si sviluppa a seguito dell'espansione dei numerosi vasi che li irrorano di sangue. Questo edema è una delle reazioni infiammatorie che si verificano in risposta al danno tissutale da lesioni.

Frattura delle ossa della mano

Abbastanza spesso, la causa del dolore alle articolazioni della mano può essere varie fratture delle sue ossa, poiché queste ossa sono direttamente coinvolte nella formazione delle superfici articolari. A seconda della posizione anatomica dell'osso lesionato, tutte le fratture sono divise in tre gruppi principali. Il primo gruppo comprende le fratture delle ossa del polso. Il secondo include fratture delle ossa metacarpali tubulari. Il terzo gruppo comprende fratture delle ossa delle falangi delle dita.

I siti più comuni di lesione nell'area del polso della mano sono le ossa semilunare e scafoide. Una frattura di queste ossa si verifica quando cade sulla mano ed è accompagnata da dolore al polso e alle articolazioni medio-carpali. La sindrome del dolore può anche essere osservata nei luoghi della localizzazione anatomica di queste ossa.

La frattura più comune delle estremità delle ossa metacarpali è una frattura della base del primo osso metacarpale (quello che è adiacente alle falangi delle ossa del pollice). Con questa lesione, gonfiore e dolore compaiono nell'area della base del primo osso metatarsale, così come in quella parte dell'articolazione carpometacarpale, che è direttamente adiacente ad essa. Con una tale frattura, il pollice viene accorciato, piegato e portato al palmo. I suoi movimenti sono limitati.

Le fratture delle falangi della mano sono accompagnate da deformazione, diminuzione della lunghezza delle dita, perdita della loro funzione, dolore acuto e gonfiore delle articolazioni interfalangee e dei tessuti periarticolari. In caso di fratture delle falangi delle dita con spostamento di frammenti ossei, palpazione (alla palpazione), è possibile individuare il loro rigonfiamento sulla superficie palmare della mano, e sul dorso, al contrario, una fossa o retrazione. Questi detriti sono generalmente mobili; spesso si può trovare sanguinamento sottocutaneo vicino a loro (ematomi).

Lussazioni della mano

La lussazione è una condizione patologica in cui le porzioni delle ossa che formano qualsiasi articolazione oltrepassano i suoi confini anatomici, che, quindi, si manifesta con la perdita totale o parziale della funzione di questa articolazione. Oltre alla compromissione della funzione articolare nelle lussazioni, ci sono anche forti dolori nell'area dell'articolazione interessata, gonfiore e un aumento locale della temperatura. Con le lussazioni della mano, la comparsa di gonfiore è spiegata non solo dalla presenza di infiammazione nei tessuti periarticolari danneggiati, nonché nelle strutture dell'articolazione, ma anche con la sporgenza dell'osso che è emerso da questa articolazione.

I tipi più comuni di lussazioni della mano

C'è uno spostamento delle superfici articolari delle ossa del polso rispetto alla superficie articolare del raggio verso il palmo o verso il dorso della mano.
  • articolazione del polso.
Le ossa del polso e il resto delle ossa della mano sono spostate rispetto al semilunare e al raggio verso il dorso della mano.
  • articolazioni intercarpali;
  • articolazione del polso.
In questa dislocazione, l'osso scafoide si sposta parallelamente sul lato radiale (nello stesso piano) alle ossa del polso vicine. A volte può spostarsi sul lato palmare-radiale, cioè andare sul lato palmare dell'osso trapezio, meno spesso sullo stesso lato dell'osso trapezio.
  • articolazioni intercarpali;
  • articolazione del polso.
L'osso semilunare scivola verso il palmo, così che lo spazio al posto di questo osso rimane libero. È gradualmente occupato dall'osso capitato, che penetra qui dalla seconda fila delle ossa del polso. Questa lussazione è una complicazione dell'autoriduzione della lussazione perilunare.
  • articolazione del polso;
  • articolazioni intercarpali.
La superficie articolare della base del primo osso metacarpale è spostata rispetto alla superficie articolare dell'osso trapezio verso il lato radiale, verso l'alto (prossimalmente) e sullo stesso piano con le ossa del polso. Pertanto, il pollice viene tirato leggermente indietro e verso l'articolazione del polso.
  • articolazione carpometacarpale del pollice.
Ci sono lussazioni delle dita nelle articolazioni metacarpo-falangee e nelle articolazioni interfalangee. Al primo, la superficie articolare della falange prossimale delle dita (insieme a tutto il dito) è spostato rispetto alla superficie articolare delle ossa metacarpali. Con il secondo, c'è uno spostamento tra le ossa delle falangi del dito stesso. Di solito si riscontrano lussazioni dorsali e palmari delle falangi delle dita.
  • articolazioni metacarpo-falangee;
  • articolazioni interfalangee.
Nome della dislocazione Meccanismo di dislocazione Quale articolazione è interessata?
Vera lussazione della mano
Lussazione perilunare
Lussazione dello scafoide
Lussazione lunare
Lussazione del primo osso metacarpale
Lussazioni delle falangi delle dita

Lesione dei legamenti della mano

La sconfitta dei legamenti, insieme ai lividi della mano, è indicata come lesioni traumatiche chiuse. Questa patologia si manifesta principalmente con eccessiva estensione della mano e delle dita in qualsiasi direzione. I principali tipi di lesioni del legamento della mano sono lo stiramento e la rottura. Quando allungato nell'area danneggiata, c'è una leggera razvlecheniya e una rottura parziale delle fibre del tessuto connettivo. Quando i legamenti sono strappati, l'intero legamento è diviso in due estremità non collegate.

Esistono i seguenti tipi principali di rotture dei legamenti della mano:

  • rottura del legamento collaterale radiale del polso;
  • rottura del legamento collaterale ulnare del polso;
  • rottura dei legamenti intercarpali;
  • rottura dei legamenti laterali delle articolazioni metacarpo-falangee;
  • rottura dei legamenti laterali delle articolazioni interfalangee.

Artrite reumatoide

L'artrite reumatoide è una malattia in cui il sistema immunitario di una persona danneggia i tessuti del corpo. In altre parole, l'artrite reumatoide è una patologia autoimmune. Questa malattia è anche sistemica, poiché colpisce molti tessuti (muscoli, articolazioni, vasi sanguigni, ecc.) e organi (cuore, reni, polmoni, ecc.) nell'organismo.

Nonostante il fatto che l'artrite reumatoide sia una malattia sistemica, sono le articolazioni a soffrirne maggiormente, mentre il danno ad altri tessuti e organi passa in secondo piano. Con questa malattia possono essere colpiti quasi tutti i tipi di articolazioni della mano (articolazioni radiocarpali, carpometacarpali, metacarpo-falangee, interfalangee). La sconfitta è solitamente simmetrica (quelli. le stesse articolazioni sono interessate) su entrambe le mani, accompagnato da gonfiore, dolore alle articolazioni danneggiate. Al mattino, mentre ci si alza dal letto, si avverte una certa rigidità alle articolazioni colpite, che può durare circa 1 ora e poi scomparire senza lasciare traccia.

Abbastanza spesso, con l'artrite reumatoide vicino alle articolazioni della mano colpite (più spesso articolazioni metacarpo-falangee, interfalangee) compaiono noduli reumatoidi. Sono formazioni arrotondate situate sotto la pelle. D'altra parte, queste formazioni si verificano più spesso sul lato posteriore. Alla palpazione, sono densi, inattivi, indolori. Il loro numero può variare.

Malattia di Kienbeck

La malattia di Kienbeck è una patologia in cui è interessato l'osso carpale semilunare della mano. La malattia si sviluppa a causa di un sovraccarico fisico prolungato dei palmi delle mani. Di solito si verifica tra gli specialisti nelle professioni delle costruzioni: stuccatori, muratori, carpentieri, ecc. L'eccessivo sforzo fisico dei palmi danneggia molto spesso questo particolare osso, poiché occupa una posizione centrale nell'articolazione del polso. Molto spesso nella malattia di Kienbeck, una mano è colpita e, di regola, la principale (i destrimani si feriscono la mano destra, i mancini - la sinistra).

Artrite reattiva

L'artrite reattiva è una patologia della genesi immunopatologica, in cui il sistema immunitario del corpo attacca varie articolazioni del corpo, motivo per cui in esse si sviluppa un'infiammazione autoimmune. A differenza di altre malattie autoimmuni (per esempio, artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, che si sospetta siano di origine infettiva) nell'artrite reattiva, esiste una chiara relazione tra l'infezione precedente (ed in particolare intestinale o urogenitale) e lo sviluppo di lesioni articolari.

Inoltre, con questa patologia, i linfonodi possono aumentare e può comparire la febbre. Con la transizione dell'artrite reattiva in una forma cronica, nel tempo, i pazienti possono mostrare segni di malattie renali, malattie cardiache, diminuzione del peso corporeo, atrofia muscolare, borsite (infiammazione delle borse periarticolari), tendovaginite (infiammazione delle guaine tendinee) e così via.

Gotta

La gotta è una malattia che si basa sull'accumulo di acido urico nel corpo e sulla sua deposizione sotto forma di sali nelle articolazioni. L'acido urico è il prodotto finale dello scambio di basi puriniche e pirimidiniche. Servono come base per la costruzione di molecole di DNA e RNA, alcuni composti energetici (adenosina trifosfato, adenosina monofosfato, ecc.) e vitamine.

Il dolore della gotta si verifica principalmente nelle piccole articolazioni degli arti inferiori e superiori. Inoltre, nel 50% di tutti i casi clinici, la malattia inizia con la prima articolazione metatarsale delle gambe. Sulle mani, di regola, sono interessate le articolazioni interfalangee delle dita, meno spesso le articolazioni del polso. La gotta di solito colpisce una o più articolazioni di un arto e talvolta sono coinvolte le articolazioni di altri arti.

Artrite psoriasica

L'artrite psoriasica è una patologia in cui varie articolazioni si infiammano sullo sfondo della psoriasi. Lo sviluppo della psoriasi si basa su una violazione dell'interazione tra cellule immunitarie e cellule della pelle, a seguito della quale nel corpo (e soprattutto nella pelle) ci sono reazioni autoimmuni che causano infiammazione.

sinovite

La sinovite è un'infiammazione della membrana sinoviale delle articolazioni, accompagnata da danni ai suoi tessuti e dall'accumulo di liquido anomalo nelle articolazioni colpite. La sinovite non è una malattia separata, ma piuttosto una complicazione di altre malattie. Può manifestarsi in patologie endocrine, allergiche, infettive, autoimmuni, lesioni alle mani, ecc.

Osteoartrite

L'osteoartrite è una malattia in cui vi è una violazione dei processi di formazione del normale tessuto cartilagineo in varie articolazioni. Questi processi vengono interrotti sotto l'influenza di alcuni fattori predisponenti esterni e interni. Possono essere lesioni articolari permanenti, attività fisica prolungata (al lavoro, a casa, quando si fa sport), ereditarietà, altre malattie articolari, ecc.

Le articolazioni delle dita fanno male con questa patologia, perché nel periarticolare (periarticolare) si verifica un'infiammazione dei tessuti, i nervi sono colpiti. Una caratteristica dell'osteoartrite è la connessione tra dolore e attività fisica. Il dolore alle articolazioni compare principalmente durante e/o dopo un grave sovraccarico fisico e scompare a riposo o dopo il riposo.

Lupus eritematoso sistemico

Il lupus eritematoso sistemico è una patologia autoimmune in cui il sistema immunitario produce anticorpi autoimmuni che attaccano varie strutture di cellule e tessuti. In particolare, produce i cosiddetti anticorpi antinucleari che danneggiano i nuclei cellulari e le molecole di DNA e RNA. Con il lupus eritematoso, sono interessati vari tessuti e organi: pelle, vasi sanguigni, cuore, pleura, pericardio, reni, articolazioni, ecc.

Il lupus eritematoso sistemico è costantemente associato ad altri segni extra-articolari - debolezza, perdita di peso, febbre (aumento della temperatura corporea). Tuttavia, i più importanti sono i sintomi speciali, senza i quali non viene fatta la diagnosi di lupus eritematoso. Questi segni speciali sono la fotodermatite (infiammazione della pelle causata dalla luce solare), eruzione discoide (l'aspetto sulla pelle del collo, sul petto di papule rosse), farfalla lupoide (la comparsa di macchie rosse sulla pelle vicino al naso), erosione del cavo orale, danno renale (glomerulonefrite), sierosite (infiammazione delle membrane sierose) e così via.

Diagnostica delle cause del dolore alle articolazioni della mano

diagnostica delle articolazioni delle dita

La diagnosi e il trattamento delle cause del dolore alle articolazioni della mano sono principalmente curati da un traumatologo e da un reumatologo. Per diagnosticare tali cause, questi medici utilizzano principalmente cliniche (raccolta di anamnesi, esame esterno, palpazione, ecc.), raggio (radiografia, tomografia computerizzata) e laboratorio (analisi del sangue generale, analisi del sangue biochimica, ecc.) metodi di ricerca.

A seconda della causa del dolore alle articolazioni della mano, tutta la diagnostica può essere suddivisa nelle seguenti sezioni:

  • diagnostica delle lesioni traumatiche della mano (lividi, lussazioni, fratture, danni ai legamenti);
  • diagnosi di artrite reumatoide;
  • diagnosi della malattia di Kienbeck;
  • diagnostica dell'artrite reattiva;
  • diagnosi di gotta;
  • diagnosi di artrite psoriasica;
  • diagnostica della sinovite;
  • diagnosi di osteoartrite;
  • diagnosi di lupus eritematoso sistemico.

Diagnosi di lesioni traumatiche alla mano

In caso di lesioni alle mani, dovresti consultare un traumatologo. I principali metodi diagnostici utilizzati nella pratica medica per identificare le lesioni traumatiche della mano (fratture, lussazioni, lesioni ai legamenti, contusioni), sono esami esterni, anamnesi, metodi di ricerca sulle radiazioni (radiografia, tomografia computerizzata).

La raccolta di dati anamnestici consente al medico di identificare gli incidenti che hanno portato o possono aver causato lesioni alla mano. Inoltre, la raccolta dell'anamnesi viene utilizzata per chiarire i sintomi che infastidiscono il paziente. Un esame esterno della mano può rilevare edema, ematoma, sua deformazione, limitazione della mobilità articolare. Con l'aiuto della palpazione, il medico rivela la presenza di dolore, una violazione della forma anatomica dell'articolazione, danni ai legamenti. Metodi di ricerca del fascio (radiografia, tomografia computerizzata) consentono di confermare la diagnosi, poiché durante l'utilizzo sono chiaramente visibili danni meccanici alle strutture anatomiche della mano.

Trattamento di patologie che causano infiammazione delle articolazioni della mano

pillole per il trattamento del dolore alle articolazioni delle dita

Per trattare le cause del dolore alle articolazioni della mano e delle dita, i medici, prima di tutto, prescrivono una varietà di farmaci (antinfiammatori, antidolorifici, farmaci antireumatici, ecc.). In alcuni casi, l'uso di questi fondi è combinato con procedure di fisioterapia. Le lesioni traumatiche della mano sono più spesso trattate chirurgicamente o viene applicato un calco in gesso sull'arto superiore interessato.

Per alleviare il dolore e alleviare l'infiammazione, il primo soccorso può essere l'uso di FANS esterni. Il farmaco blocca selettivamente la COX-2 e agisce direttamente sulla fonte del dolore. Si assorbe rapidamente grazie alla sua speciale consistenza, non lascia segni sui vestiti e ha un odore gradevole.

A seconda della patologia che provoca l'infiammazione delle articolazioni della mano, tutto il trattamento può essere suddiviso nelle seguenti parti:

  • trattamento delle lesioni traumatiche della mano (lividi, lussazioni, fratture, danni ai legamenti);
  • trattamento dell'artrite reumatoide;
  • trattamento della malattia di Kienbeck;
  • trattare l'artrite reattiva;
  • curare la gotta;
  • trattamento dell'artrite psoriasica;
  • trattamento della sinovite;
  • trattamento dell'artrosi;
  • trattamento del lupus eritematoso sistemico.